Crea sito

Samosas

Memore sempre del mio ultimo viaggio in Kenya ho deciso di proporvi questa ricetta sfiziosissima! Si tratta di snack, principalmente di origine indiana, ma talmente buoni (secondo me questo è il reale motivo) che sono diventati particolarità anche della Grecia, corno africano e Kenya appunto! Vengono venduti per strada e si trovano fino a poco prima dell’ora di pranzo..la visione di questi immensi barattoloni non è delle più sublimi ma..si recupera tutto dopo averli assaggiati :)

La versione che vi propongo è con il pesce ma si possono preparare anche con carne di manzo o esclusivamente verdure, aggiungendo però la patata.

  • 6 fogli di pasta fillo;
  • 1 carota, 1 zucchino, 1 cipolla, 1 foglia di verza;
  • 1 peperoncino fresco, zenzero fresco da pochi cm;
  • coriandolo fresco, 1 lime;
  • sale, olio di semi;
  • 2 fette di petto di pollo o 4 filettini di gallinella o altro pesce bianco (se preferite il pesce)
  • 1 albume d’uovo

Lavate le verdure e tagliatele a tocchetti con l’aiuto di una grattuggia, affettate finemente cipolla e la verza e buttate tutto in una padella con un paio di cucchiai d’olio di semi. Nel frattempo mettete a cuocere in un’altra padella i petti di pollo o il pesce. Quando il polo/pesce sarà cotto tagliatelo a tocchetti piccoli o passatelo un attimo al mixer; dopo di chè aggiungetelo nella padella precedentemente preparata con le verdure che nel frattempo si saranno cotte. Aggiustate di sale, aggiungete il peperoncino tagliato fine e irrorate con il lime spremuto. Togliete dal fuoco. Aprite i fogli di pasta fillo e divideteli in due tagliando dalla parte della lunghezza. Poi disponete un cuchiaino di composto preparato in ogni angolo sinistro dei ritagli di pasta e richiudete con l’angolo destro della pasta, chiudendoli dovrete formare un triangolo, che continuerete a chiudere finchè la pasta non sarà terminata, sigillando l’ultimo lembo di pasta con l’albume sbattuto. Fate questa operazione per ogni ritaglio di pasta (vi consiglio di lavorare un la pasta in quanto si secca in fretta). Mettete a scaldare abbondante olio di semi, quando giungerà a temperatura immergetevi un paio di samosas per volta (non troppi assieme altrimenti si abbassa la temperatura dell’olio). Pochi minuti per lato e poi metteteli a scolare su carta assorbente e servite ben caldi.

Se non vi piacesse la frittura potrete farli al forno ma il risultato rimarrà molto più “croccante” (la pasta fillo si indurisce parecchio e al momento di gustarli si sgretola).

Questa ricetta partecipa al contest

 

Tags:, , ,

1 risposta a “Samosas”

  1. aprile 17, 2012 a 3:18 pm #

    grazie, la metto nella lista